Forum Meteogelo  

Vai indietro   Forum Meteogelo > Forum MeteoGelo.com > FORUM LINK UTILI MODELLI-CARTE-SATELLITI-DATI CLIMATOLOGICI

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #1  
Vecchio 16th April 2012, 12:14
natoxcorrere natoxcorrere non è in linea
Super Moderator
 
Data registrazione: Aug 2009
Località: Napoli-Fuorigrotta
Messaggi: 2982
Predefinito Marzo a Napoli

Il bilancio termo-pluviometrico del mese di marzo 2012 è sorprendente: il mese abitualmente il più dinamico dell’anno ha mostrato una tale stabilità da invidiare quella dei mesi estivi; il mese che avrebbe dovuto segnare il passaggio tra la stagione invernale e quella estiva e che notoriamente si caratterizza per l’irrequietezza, gli sbalzi termici e i passi indietro si è rivelato, invece, con caratteristiche meteo-climatiche tipiche di fine aprile-inizio maggio. La colpa è stata degli anticicloni Ditel, Gulliver e Harry che, in successione, hanno occupato per quasi tutto il mese gran parte dell’Europa ed hanno impedito il processo di formazione delle nubi e delle piogge e reso l’atmosfera stagnante. Ma se finora il mese di marzo è stato anomalo, non è detto che prima o poi le bizzarrie primaverili non si manifestino e scatenino l’ira di chi erroneamente dava per scontato che la stagione potesse proseguire verso l’estate. Limitandoci all’analisi dei dati meteo registrati a Napoli centro, possiamo verificare che il bilancio termo-pluviometrico di questo mese di marzo è stato coerente con quello a scala nazionale con appena tre giorni di pioggia e per un totale mensile di 16 mm (appena un quarto del totale stagionale) e con temperature minime e massime pari a 12.2°C e a 18.2°C, rispettivamente (più alte di 3.5°C e 2.5°C delle medie del periodo); il giorno più caldo è stato il 23 con 23.7°C. Un’analisi dettagliata dei 150 anni dell’archivio storico dell’Osservatorio Meteorologico dell’Università di Napoli Federico II mostra, però, 15 valori ancora più bassi di pioggia caduta a marzo (il minimo nel 1994 con appena 0.6 mm) e valori di temperatura massima più elevata raggiunti nel 1948, 1959 e 1977. Infine, come i lettori della rubrica meteo giornaliera hanno avuto modo di verificare, la stabilità atmosferica a Napoli, misurata a partire dalle differenze di temperature fra stazioni poste a quote diverse, ha raggiunto valori elevati, quasi estremi, soprattutto nella seconda metà del mese e ciò ha impedito il ricambio delle masse d’aria ed agevolato il ristagno degli inquinanti. Peccato che l’ARPAC, l’Ente preposto alle misure della concentrazione degli inquinanti, sia stata completamente silente e non abbia fornito ai cittadini alcuna informazione al riguardo.




MARCH 2012 (translation)

Mark Walters






In terms of temperature and rainfall, March 2012 held a few surprises: the month which is traditionally the most dynamic in the year showed such stability as to be the envy of summer months; the month which should have marked the transition between winter and summer and is notorious for its restlessness, temperature changes and steps backward proved, by contrast, to have the typical climatic features of the end of April-beginning of May. It was the fault of anticyclones Ditel, Gulliver and Harry which, in succession, occupied much of Europe for almost the whole month and prevented the process of cloud and rain formation as well as making the atmosphere stagnant. Yet while March was anomalous, there’s no guarantee that sooner or later spring madness will not occur and trigger the wrath of those who mistakenly took it for granted that the season could head towards summer. On the mere basis of weather data recorded in the centre of Naples, local rainfall and temperatures in March were in line with the rest of Italy: only three days of rain amounting to a monthly total of 16 mm (just one quarter of the seasonal total) and minimum and maximum temperatures of 12.2°C and 18.2°C, respectively (3.5°C and 2.5°C higher than the seasonal average); the hottest day was the 23rd with 23.7°C. Yet detailed analysis of the 150-year archives of the Naples University Meteorological Observatory shows 15 years when there was even less rainfall in March (the lowest in 1994 with only 0.6 mm) and higher maximum temperatures reached in 1948, 1959 and 1977. Finally, as readers of the daily weather report will have noted, atmospheric stability in Naples, measured from the differences in temperatures between weather stations at different altitudes, reached almost extreme values, especially in the second half of the month. This prevented the turnover of air masses and led to a build-up of pollutants. It was a pity that ARPAC, the agency responsible for measuring pollutant concentrations, was completely silent on this matter and failed to give its citizens any information.
__________________
Cause Tramps Like Us, Baby We' re Born to Run
Rispondi citando
Rispondi

Tag
america's cup, arpac, neapolis, rainfall, weather naples

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivo/e
Faccine sono Attivo/e
Il codice [IMG] è Attivo/e
Il codice HTML è disattivato

Salto Forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 07:51.


Powered by vBulletin® Version 3.8.4
Copyright ©2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione in Italiano: P2psin.it & Cionfs.it